Archivio
dicembre: 2014
L M M G V S D
« giu    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Donna de Paradiso – lauda di Jacopone da Todi

Condividi

L’Associazione NOIXVOI con il Patrocinio dell’Amministrazione Comunale Assessorato alla Cultura e con l’Ascom Confcommercio, in collaborazione con l’Istituto Sacro Cuore, Il Sedente, Eat Ruvo di Puglia, Settimana Santa in Puglia, la Confraternita Opera Pia San Rocco e l’associazione Teatrale-Culturale “B. Minafra” presenta:“Donna de Paradiso”, una lauda drammatica di Jacopone da Todi (1230-1306).

L’opera presenta la tormentata esperienza mistica dell’autore che compone la vicenda sacra della passione e morte di Cristo, dandogli una forma drammatica embrionale, in cui le voci che si alternano hanno una propria consistenza creando “veri” personaggi pur se ridotti all’essenziale.

La protagonista della Lauda è la Madonna, come dire il lato umano del dramma, che dolorosamente si confronta con il mistero della Divina Passione. E’ a Lei che si rivolgono i personaggi del dramma, compreso lo stesso figlio morente di una mamma terrena.

Senza nulla togliere al racconto del Vangelo e senza modificare la potenza religiosa della morte dell’uomo-Dio, Jacopone riesce a mantenere vivo il cielo, a “incarnarlo”, a renderlo vicino, comprensibile, accettabile nel suo mistero dell’uomo comune. Per questo il testo così crudelmente umano e inequivocabilmente religioso tende a legare l’uomo e il divino in un doppio filo, sinonimo di un rapporto di necessità reciproca.

La Lauda ha una grande rilevanza storico-linguistica per il particolare uso del volgare: si alterna un registro basso (il cosiddetto sermo cotidianus) per i personaggi Maria e Gesù, a un registro colto e latineggiante per la folla e il nunzio.

Gli attori sono i ragazzi dell’Associazione NOIXVOI che cercano di calcare le scene unendo ad impegno e serietà testimonianza interiore e creatività.

La ricerca del testo, la scelta delle musiche e della scenografia, ad opera del regista Michele Pellicani, mirano a creare i presupposti per offrire agli spettatori momenti di forte riflessione sul dramma della Croce e sul messaggio di speranza e di solidarietà che ne può derivare.

Una rappresentazione che trascende dai canoni liturgici e tradizionali, ma è intrisa di emozioni. Rappresentazione sacra altamente suggestiva e ricca di spontanea e attuale religiosità, che il nucleo degli attori presentano attraverso una vicenda umana e religiosa tutta da vivere.

Due le rappresentazioni, la prima si terrà il 21 Marzo alle ore 20,00 presso l’auditorium dell’Istituto Sacro Cuore e la seconda il 27 Marzo alle ore 19,15 sul Sagrato della Chiesa di San Rocco dove a seguire si terrà, a cura dell’orchestra dei fiati “Amici di San Rocco”, il concerto “Note Dolenti”, con il maestro Simone Salvatorelli.

Teresa Fiore, Associazione NOIXVOI

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>